A Catania, dal 9 febbraio prossimo, sarà disponibile la 'Catania Card'.

Quest'ultima consentirà la visita di tutti i musei comunali e del Museo Diocesano e di viaggiare su tutti i mezzi di trasporto urbano dell'Amt (Alibus compreso) e l'utilizzo della Metropolitana.

"Con la Catania Card – ha dichiarato il primo cittadino Enzo Bianco – la nostra città si mette al passo con le grandi metropoli europee ed alle poche città italiane che si sono così attrezzate. La nostra città ha una grande capacità di attrazione di turismo culturale per ragioni connesse ad una storia lunga 2.800 anni. La Card e gli eventi di grande valore in programmazione al Castello Ursino e al Palazzo della Cultura daranno una grande contributo allo sviluppo del turismo a Catania".

La Catania Card è dunque il prodotto di un accordo tra il Comune di Catania, l'Amt e l'Arcidiocesi di Catania.

Sono previste diverse opzioni: singola per 1 giorno che costerà 12 euro e 50 centesimi; singola 3 giorni, 16 euro e 50 centesimi; singola 5 giorni, 20 euro; Family (2 adulti e due minori fino a 13 anni) 1 giorno, 23 euro; Family 3 giorni, 30 euro e 50 centesimi; Family 5 giorni, 38 euro.

La Catania Card consentirà di usufruire di diverse agevolazioni presso alberghi, ristoranti ed esercizi in generale.

La carta sarà in vendita nei punti di distribuzione dei titoli di viaggio dell'Amt, nei musei comunali e negli uffici preposti ai servizi turistici.

"Quello che presentiamo è un pacchetto su cultura e turismo che intende accrescere l'attrazione della città su tali versanti. – ha aggiunto l'assessore alla Cultura e al Turismo Orazio Licandro - La reputazione nell'ultimo anno è migliorata, con queste iniziative contiamo di compiere un altro bel passo in avanti. Catania ha una strategia precisa per il turismo e nella valorizzazione dei suoi beni culturali. Un altro forte elemento strutturale in questo senso è il Castello Ursino. La sua fruibilità completa è un altro tassello fondamentale nella nostra strategia generale".

Presentato, dunque, anche il programma che prevede quattro importanti mostre nei prossimi mesi. 'Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice', dal 16 gennaio al 16 marzo al Castello Ursino e al Palazzo della Cultura dove sarà ospitata una sezione curata dall'Accademia di belle Arti (Artisti di Sicilia emergenti) dove saranno ospitate le opere di alunni dell'Accademia. 'Diva Agata di Antonio Santacroce', dal 30 gennaio al 30 marzo al Castello Ursino; la mostra si propone come evento espositivo che illustra l'intera produzione dell'artista l'iconografia e contemporaneamente come l'occasione per fare del Castello Ursino, luogo simbolo della città, un centro propulsore di cultura figurativa in cui l'iconografia della tradizione agatina trova un nuovo inedito spazio.Fiore all'occhiello di questa programmazione è la mostra 'Picasso: l'eclettissimo di un genio dal 30 marzo al 30 maggio al Castello Ursino; la mostra, attraverso un corpo espositivo di più di 170 opere tra olii, ceramiche, disegni, serigrafie, fotografie e incisioni, racconterà l'eccletticità del genio incontrastato del '900 e farà di Catania una grande vetrina. Infine, 'pittura e scultura italiana' dal 16 maggio al 30 giugno al Palazzo della Cultura; circa 30 artisti tra i maggiori rappresentanti italiani della Nuova Figurazione fra i quali tra gli altri Aron Demetz, Giuseppe Bergomi, Alessandro Papetti, Velasco Vitali, Agostino Arrivabene, Livio Scarpella e Nicola Verlato.

Pubblicato in News

L'Associazione Orbis, con il patrocinio del Comune di Catania, vi invita a quest'importante evento per dire no alla violenza sulle donne.

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne ....

Sit-In il 25 novembre alle ore 16 presso la piazza Stesicoro a Catania

 

Fermiamoci un istante per riflettere insieme e far sentire viva la nostra presenza a chi crede di dover sopportare un dolore così devastante da sola perché nulla può giustificare un' umiliazione, uno schiaffo, un livido, un omicidio.

Pubblicato in News

Dopo Varsavia, Berlino e Milano, torna in Sicilia la musica de I MAGNIFICI TRE. Il trio, composto da Francesco Buzzurro (chitarra), Francesco Cafiso (sax alto) e Giuseppe Milici (armonica cromatica), sarà in concerto sabato 22 novembre al Teatro Metropolitan di Catania e domenica 23 novembre al Teatro Golden di Palermo per due eventi di solidarietà organizzati dal Distretto 2110 Sicilia e Malta del Rotary Club.

I tre artisti siciliani, considerati tra i più grandi musicisti al mondo per le loro qualità solistiche e compositive, spazieranno dal jazz al pop con accenni alla musica da film e a quella brasiliana, oltre a presentare brani originali di ognuno. Il repertorio proposto metterà in luce le personalità e i differenti stili dei tre solisti, tutti accomunati da una grande attenzione alle radici e da una visione della musica priva di confini.

Entrambi i concerti inizieranno alle ore 18.30. È possibile acquistare i biglietti (22 euro + diritti di prevendita) nei circuiti Ticketone e Tickettando e online su www.ticketone.it e www.tickettando.it. Il ricavato dalla vendita dei biglietti sarà utilizzato per finanziare le iniziative benefiche promosse da Rotary Foundation.

Nel corso del concerto del 22 novembre a Catania, verrà proposto al pubblico un video musicale girato da Francesco Cafiso insieme alla Piccola Orchestra dei Bambini del quartiere catanese di Librino nell'ambito del progetto "Musicainsieme a Librino", ideato e finanziato dal Rotary Club Catania e realizzato dall'Associazione Musicale Quadrivium Sicilia, che coordina i docenti e le attività concertistiche legate all'iniziativa.

Pubblicato in News

Si è svolta oggi, con grande successo e riscontro, la prima giornata dell'iniziativa che UniBroker sta portando avanti per diffondere la cultura assicurativa nelle scuole dell'hinterland catanese. La campagna promozionale "Unibroker per la scuola" è rivolta, infatti, ai protagonisti del panorama scolastico, con l'obiettivo di far conoscere, in modo più chiaro ed esaustivo, le coperture di cui tutti possono aver bisogno.


Giuseppe Sirna e Marco Fazio, responsabili commerciali della società di brokeraggio con sede in via Asiago 21/b, saranno presenti all'interno dei locali dell'Istituto nei seguenti giorni: venerdi 21 novembre, lunedì 24 novembre, martedì 25 novembre e tutta la settimana compresa tra il 1 e il 5 dicembre.


In un momento di grande crisi economica, il messaggio che UniBroker intende portare avanti è quello di mettere al sicuro il proprio patrimonio e di salvaguardare tutte le piccole conquiste che ognuno di noi, con spirito di sacrificio, ha portato avanti nella propria vita.


Dal 2015 "UniBroker per la scuola" sarà presente in altri istituti della città etnea, con il proposito di venire incontro alle curiosità e ai quesiti di tutti gli insegnanti, studenti e personale, desiderosi di approfondire le tematiche assicurative inerenti a coperture più sofisticate, come ad esempio nel caso delle polizze sanitarie o delle polizze di accantonamento.

Pubblicato in News

Un percorso tra i luoghi di Catania più legati alla vita e memoria di Vincenzo Bellini. È quanto propone una app per i dispositivi con sistema operativo Android "Bellini nella città di Bellini", da oggi disponibile sul playstore di Google. L'applicazione vuole essere una guida multimediale in un percorso tra i principali luoghi della città che presentano un legame identitario con la vicenda umana e artistica del compositore.

L'iniziativa, che sarà disponibile per dispositivi Apple dal gennaio 2015, è nata grazie alla collaborazione tra il dipartimento di Scienze umanistiche dell'Università, la Fondazione Bellini e il Centro di Documentazione per gli Studi Belliniani con l'Image Processing Lab del dipartimento di Matematica e Informatica dell'Ateneo.

L'app, con testi in italiano e in inglese, ha finalità didattiche e divulgative e intende essere uno strumento per le scuole, i tour operator, i singoli visitatori della città. L'utente può consultarla sia per pianificare una visita nel centro storico dedicata al "Cigno", sia per farsi accompagnare in ogni tappa della sua passeggiata. Il percorso parte dalla casa natale del copositore, oggi sede del Museo Civico Belliniano, per poi spostarsi nella Chiesa di San Francesco Borgia, in cui Bellini venne battezzato, e proseguire col complesso monumentale del Monastero benedettino di San Nicolò l'Arena, il palazzo dell'Università, la cattedrale, il palazzo dei principi di Biscari e infine il Teatro Massimo Bellini, edificato dopo la morte del musicista e inaugurato con la messa in scena di "Norma". 

Cliccando sul segnalibro presente nella mappa, per ciascuno di questi sette storici luoghi sono disponibili: una serie di foto, un conciso testo informativo e un breve ascolto musicale che permettono di raccontare l'opera belliniana nella sua ricchezza di generi e forme. È possibile, inoltre, navigare da un luogo all'altro senza la necessità di scorrere manualmente la mappa.

Pubblicato in News

Catania aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio indette dal Mibac il prossimo 20 settembre. Lo ha deciso il sindaco Enzo Bianco, che nel promuovere l'adesione della nostra città insieme all'assessore ai Saperi e alla Bellezza Condivisa Orazio Licandro, ha disposto l'apertura con ingresso ridotto ad un euro di alcuni siti e la gratuità per altri. Saranno aperti al pubblico, con ingresso gratuito, dalle ore 19 e fino alle ore 24: la Chiesa Monumentale di San Nicolò l'Arena, il Palazzo della Cultura e le Terme Achilleane. Ad ingresso a pagamento di 1 euro: il Castello Ursino e i Musei Belliniano ed Emilio Greco.

Solo per gli spettacoli, dalle ore 19,00 alle ore 23,00, ingresso a pagamento nella Chiesa Monumentale di San Nicolò l'Arena. Ma ecco nel dettaglio il ricco programma di sabato 20 settembre. Cominciamo dalla Chiesa Monumentale di San Nicolò l'Arena che si affaccia sullo scenografico spazio barocco di piazza Dante, dove i Benedettini nel 500 eressero la loro basilica trasferendosi dal loro Monastero alle pendici dell'Etna. La costruzione subì gravi danni con l'eruzione del 1669 e il terremoto del 1693. Solo nel 1780 Stefano Ittar portò a termine la cupola, mentre la facciata, progettata da Carmelo Battaglia Santangelo, rimase incompiuta. All' interno della chiesa sono custoditi, la meridiana disegnata da Peters e Waltershausen e, nella cantoria, il grande organo settecentesco di Donato del Piano, patrimonio dell'Unesco, dotato di 2916 canne. San Nicolò è particolarmente cara alla Città perché ospita anche il Sacrario dei Caduti di guerra. Alle ore 19 e di nuovo alle ore 21 andrà in scena lo spettacolo teatrale, tratto da una novella di Federico De Roberto, "Mille Miglia Lontano" di e con Pamela Toscano e Angelo D'Agosta. Franco Lazzaro suonerà l'organo di Donato Del Piano. L'ingresso è a pagamento ed è necessaria la prenotazione ai numeri 0957102767 | 3349242464. La visita guidata di San Nicolò, alle ore 23, sarà ad ingresso libero con la collaborazione di Officine Culturali.

Apertura anche per il Castello Ursino di piazza Federico di Svevia. Il maniero sorto per volontà di Federico II di Svevia sul promontorio, lungo la linea costiera della città. Fu fortezza e abitazione dei sovrani aragonesi, i cui rimaneggiamenti sono ancora evidenti nell'edificio. La lava del 1693 circondò il Castello e lo allontanò dalla costa, mentre il terremoto del 1693 danneggiò la costruzione facendo crollare le due semitorri mediane di levante e mezzogiorno. Dal 1934 è sede museale e ospita varie prestigiose collezioni tra cui quelle archeologiche permanenti del Principe di Biscari e dei monaci benedettini e la preziosa collezione di dipinti donata dal catanese Giovan Battista Finocchiaro. All'interno sono spesso allestite mostre temporanee. Al Castello il 20 settembre, dalle ore 19 e fino alle ore 24, ingresso al Museo con tariffa ridotta di € 1. Sarà visitabile la mostra fotografica di Carlo Gavazzeni "Ricordi – Visioni Fuggitive" con ultimo ingresso previsto alle ore 23,30.

Apertura anche per palazzo della Cultura di via Vittorio Emanuele 121, la cui loggia, nel cortile, risale alla seconda metà del '400 ed è l'ultima ed unica testimonianza della città tardo-medievale sopravvissuta al terremoto del 1693. All'interno dell'ex convento, si conserva un vano di epoca romana, ubicato a circa cinque metri sotto l'attuale livello stradale, la tradizione vuole sia la casa natale di Sant'Agata. In occasione dell'apertura straordinaria si potranno visitare le seguenti mostre: "In Series", a cura di Anna Guillot organizzata dall' Accademia di Belle Arti di Catania, nella sala Refettorio; mostra premio "Danza e Cultura in Sicilia" a cura Associazione Culturale"Movimento Danza" di Catania. Installazioni fisse saranno visibili nella Torre Saracena con opera pittorica "Regolo", opera "Las Cucharillas Para el Cafè Florian", opera pittorica "Agata è per sempre", candelora dedicata ai "Devoti" in onore di S.Agata e scultura "Agateca". Dalle ore 17 selezioni del concorso "Premio Città di Catania, Danza e Cultura in Sicilia" a cura dell' Associazione Culturale "Movimento Danza" di Catania. Uno spazio anche per la lettura, con l'apertura straordinaria dell'Area di Libero Scambio Libri per adulti e bambini, dalle ore 18 alle ore 22 con ingresso da via V. Emanuele 123.

Aperti anche i musei Belliniano ed Emilio Greco di piazza San Francesco d'Assisi 3. Dalle ore 19, ingresso con biglietto ridotto di € 1 comprensivo di visite guidate con inizio alle ore 19,30.

 

Ore 20,30 al Museo Belliniano, intervento musicale a cura dei professori e studenti dell'Istituto Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini di Catania.
Dalle ore 21,30 diffusione sonora delle musiche di Vincenzo Bellini. Ultimo ingresso pubblico previsto per ore le 23,30.
Apertura straordinaria dell'Archivio Storico Comunale di via Sant'Agata n° 2, dalle ore 19 sarà visitabile la mostra: "Architettura della lettera - Incunaboli e cinquecentine dell'Archivio Storico Comunale di Catania".Ultimo ingresso ore 23,30.
Infine ingresso libero per le Terme Achilleane di piazza Duomo. L'ingresso è previsto in gruppi di 30 persone, dalle ore 19,00. Visite guidate a cura del personale della Direzione Cultura e Turismo ogni 20 minuti.
Alle ore 23,15 i cancelli della Cattedrale (lato piazza Duomo) verranno chiusi per permettere l'ingresso alle persone già presenti.

Pubblicato in News

Un gemellaggio tra Catania e Beyoglu distretto metropolitano e cuore finanziario di Istanbul, situato nella parte europea della città. A questo hanno cominciato a lavorare il sindaco Enzo Bianco e il suo omologo turco Ahmet Misbah Demircan, incontratisi proprio nel Comune affacciato sul Bosforo, a nord del Corno d'Oro, culla dello storico quartiere di Galata.

Una nuova collaborazione economica, culturale e turistica tra le due città dalla comune vocazione mediterranea e ora unite da un collegamento aereo diretto della Turkish Airlines da subito pieno di turisti. Bianco nel corso dell'incontro ha parlato della realtà della città etnea che, patrimonio Unesco per il suo barocco e per l'Etna, è sede di una delle più antiche università del mondo e di uno dei più importanti teatri lirici, intitolato a Vincenzo Bellini. "Una città che alla sua storica vocazione commerciale unisce quella industriale innovativa, in particolare riguardante l'alta tecnologia che vede il suo massimo esempio nella StMicroelettronics".

Il sindaco di Catania ha sottolineato come un'attenzione particolare, in quest'accordo, andrebbe riservata ai giovani. L'idea è stata accolta con entusiasmo dal sindaco Demircan che ha subito espresso la volontà di bruciare le tappe per realizzare il gemellaggio. I due sindaci hanno successivamente inaugurato una mostra di opere pittoriche di Franco Battiato, presente al vernissage, organizzata proprio a Istanbul da Fiorella Nozzetti.

Pubblicato in News

Dopo la tournée in Spagna, America Latina e a Miami, con più di 1.500.000 spettatori, arriva in Italia lo spettacolo più innovativo degli ultimi anni Il Circo de Los Horrores.

Uno show che ha sorpreso il pubblico e critica con una perfetta miscela tra teatro, circo e cabaret. Lo spettacolo è a Catania – corso Martiri della Libertà – fino al 21 settembre, per poi spostarsi a Palermo – Fiera del Mediterraneo – dal 26 settembre. In tutte e due le location verrà montato un enorme tendone che ospiterà lo show.

Il Circo de Los Horrores è stato creato guardando indietro nel tempo, come dimostrano la tematica, la messa in scena e il copione. Lo show associa arte, teatro, circo e cabaret. Teatro perché si racconta una storia e si utilizza un copione; le tecniche sono quelle del circo, molte storie sono mimate ed acrobaticamente sviluppate; il cabaret si ritrova nella sensualità di alcune performance, nella sintonia con il pubblico, nel contatto diretto e nell'umore adatto agli adulti, fresco ed intelligente. Con quel pizzico di malizia che rende spassosa la sua durata.

L'ispirazione e chiaramente proveniente dal cinema in bianco e nero, e dai film horror e suspense dell'epoca. L'ambiente e paragonabile ad un set cinematografico, smarrito tra la nebbia più che nella pista di un circo dove si ricrea un antico cimitero gotico, degli inizi del XIX secolo. L'ispirazione nasce da film rimasti nella memoria: da Nosferatu di Burnau che è il protagonista principale del Circo de Los Horrores ed è il filo conduttore della sua spaventosa storia; a La mummia, rappresentata con dei nastri in volo che si perdono tra le bende, una coreografia ed una messa in scena tenebrose. Anche i Freaks di questa incredibile storia hanno il loro posto nell'introduzione dello spettacolo: molti personaggi usciti dagli incubi più profondi, daranno il benvenuto al pubblico.

Ci saranno riferimenti anche a La Danza dei Vampiri di Roman Polansky: sarà eseguita in modo umoristico una danza classica di quel periodo, popolata da vecchi vampiri putridi e consumati ma di gran classe, che si muovono al ritmo di musica, mentre mordono la vittima tra un parossismo di sangue, musica e danza. Ecco Le bambine dell' esorcista, realizzato e mimato da due straordinarie contorsioniste che replicano un momento possessione su di un letto, tra convulsioni e spasmodici movimenti.

Il Circle de Los Horrores cerca l'immediatezza e la sorpresa visiva, suggerita dal TERRORE: è adrenalina pura, attraverso lo spavento, condita da una buona dose di umorismo che calma gli animi quando il clima si fa forte. Il tutto è realizzato con gusto e sensibilità e sempre concentrato sull'intrattenimento dello spettatore. Anche la musica ha il suo compito speciale: melodie di stampo classico trasportano nel mondo d'oltretomba che fa venire la pelle d'oca. Colonne sonore da La Bambine del Esorcista di Mike Oldfield ed il suo Tabularsbells, Carmina Burana, le melodie di Damian, Il film, Una notte nel Monte Pelado di Musorgskij, l'Uomo Elefante, ed il suo valzer istrionico che fa raggelare il sangue.

Lo spettacolo non è consigliato ai minori di 10 anni.

Orari
Mercoledì/giovedì: ore 21. 
Venerdì e sabato: ore 19 e 22. Domenica: ore 20.

Prezzi
Da 15 € a 42 €. In vendita su: www.circodeloshorrores.com e botteghino.
Orario botteghino: dalle 17 alle 20. Domenica dalle 15 alle 17.

Info: 334.7581443 e 334.7581490

Pubblicato in News

I più Letti

AGENZIA DI ASS.NI DI PIRROTTA S. & C. SAS Agenzia: Milano Assicurazioni CATANIA - VIA AMMIRAGLIO CARACCIOLO 108/C Tel. 095/362420 - Fax. 0957314362 AIELLO GIUSEPPE/PELLEGRINO ALFREDO/TREPI Agenzia: Fondiaria-Sai CATANIA - C.So Italia 72 Tel. 0957463642 - Fax. 0957462336 Armando GISABELLA …
UniBroker lancia la nuova campagna di comunicazione #ForzaCataniaRipartiConNoi. L'obiettivo è quello di sensibilizzare gli automobilisti Catanesi sul tema della protezione, pubblicizzando prodotti innovativi per la copertura della responsabilità civile auto che permettono di risparmiare fino al 50% e beneficiare di…
Come per le normali auto, anche per quelle noleggiate occorre stipulare un'assicurazione presso l'autonoleggio. Vediamo nel dettaglio come funzionano. L'assicurazione auto è obbligatoria per legge già da diversi anni ed è anche una delle voci più dispendiose tra le spese…



Su questo sito usiamo i cookies. Navigando accetti.